Ultime guide

Per quanto tempo conservare ricevute e bollettini?

Obiettivo lavoro: uno sguardo sul mercato occupazionale

Guida al conto corrente

Lavoro
Economia al femminile

8. Donne che "contano"
Dalla politica alla finanza, passando per lo show business, le donne più potenti al mondo

A preservare un genere in via d’estinzione nel mondo professionale ci pensa la normativa che, in alcuni paesi europei, interviene imponendo una quota femminile partecipativa minima ai Cda. Primo tra tutti è il caso della Norvegia dove, sin dal 2006, la normativa stabilisce che almeno il 40% dei board delle società pubbliche sia riservato al gentil sesso. Una simile legge sarebbe in fase di approvazione anche nel nostro Paese, dove è al fotofinish il provvedimento che introduce un terzo di membri donne nei cda e negli organi di controllo delle società quotate.

Sebbene sia ancora molto diffusa la discriminazione di genere non mancano esempi virtuosi anche in paesi dove le differenze di genere sono marcatamente accentuate. Si stanno infatti diffondendo nei paesi arabi le “banche delle donne”, filiali bancarie retail gestite da sole donne nelle quali le stesse possono tenere sotto controllo le proprie finanze, sfuggendo all’antica proibizione che impedirebbe loro di relazionarsi con uomini estranei, persino per le più futili incombenze. C’è chi ha parlato di segregazione, ma forse questo è l’unico modo per dare alle donne sufficiente indipendenza in un sistema che fino al 2004 richiedeva l’interposizione di un agente maschile, quasi una versione moderna e anacronistica della patria potestas.

Business: donne al vertice
Guardando oltre confine non mancano gli esempi di donne arrivate ai vertici del potere, oltrepassando ogni barriera come Cynthia Carroll, CEO della Anglo American, la più potente donna del mondo nel 2010 secondo Fortune. Anche nel Bel Paese però il gentil sesso ha qualche rappresentanza di rilievo nel mondo “business”, basti pensare a Marina Berlusconi, presidente Fininvest (unica italiana nella classifica Fortune con un dodicesimo posto).

Politica al femminile
Leader con la gonna presidiano anche il mondo politico come nel caso del cancelliere “Merkel” o della first lady Obama. Sempre più Paesi, in differenti aree del mondo, sono rappresentati da un leader “con la gonna”: Cristina Fernandez, primo presidente donna eletto in Argentina, divenuta icona della lotta per l’uguaglianza in America Latina; Laura Chinchilla, presidente del Costa Rica, impegnata nella dura sfida contro la povertà secolare del suo Paese e i frequenti tafferugli di confine col Nicaragua; l’incantevole Rania, regina di Giordania, fautrice dell’avvicinamento fra Medio Oriente e Occidente o ancora Dilma Rousseff, neo-presidentessa del Brasile.

Stando alla classifica Fortune tra le donne più influenti al mondo però ci sarebbero, oltre all’attuale first lady statunitense, Irene Rosenfeld, ad di Kraft Food e un rappresentante dell’industria dell’intrattenimento: Oprah Winfrey, la regina dei talk shaw, a significare che finanza e politica non sono le uniche sfere di influenza.

Lo Star system si tinge di rosa
Sono 6 le donne nelle prime 10 posizioni delle celebrità più influenti al mondo secondo Forbes. Se la già citata Oprah Winfrey scalza Angelina Jolie, al secondo posto si posiziona Beyoncè, con 87 milioni di dollari guadagnati nell’ultimo anno. Entra nella top chart anche Lady Gaga con 62 milioni di dollari.

di FTA online

Per accedere ai servizi effettua il login

Sei un nuovo utente? Registrati

Segui Tiscali Finanza su:

MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Confronta pił assicurazioni e risparmia
Marca auto
Assicurazioni on line by cercassicurazioni.it
MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Richiedi online il tuo mutuo e risparmia
Valore immobile  Euro
mutui prima casa by
MutuiOnline.it
MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Richiedi online il tuo prestito e risparmi
Importo da finanziare   €
prestiti by
PrestitiOnline.it

Cerca le aziende e servizi della tua citta'

Sei a:
Cerca:
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali