Ultime guide

Per quanto tempo conservare ricevute e bollettini?

Obiettivo lavoro: uno sguardo sul mercato occupazionale

L'economia al femminile

Guida al conto corrente

Risparmio
Clausole vessatorie, una guida

3. Sebbene tutte le clausole trattate riguardino il rapporto professionista/consumatore, ce ne sono alcune particolarmente importanti a cui il consumatore (o comunque l'utente in generale) dovrebbe fare attenzione in fase di valutazione preventiva di un contratto.

Penali per ritardo
Sono vessatorie le clausole che prevedono a carico del cliente inadempiente o in ritardo nell'adempimento l'applicazione di penali spropositate. Una penale può essere spropositata perché di ammontare eccessivo, sia in sé stessa sia rispetto a ciò che effettivamente e' stato concluso a seguito del contratto.

Sanzioni per disdetta anticipata
E' considerata altrettanto vessatoria la clausola che preveda la possibilità per il professionista di trattenere una cifra come penale in caso di disdetta anticipata del contratto, senza contestualmente prevedere -a carico dello stesso professionista- una penale d'importo pari al doppio in caso di propria disdetta o mancata conclusione del contratto.
Sempre in materia di disdetta, e' vessatoria anche quella clausola che imponesse di farla entro termini eccessivamente anticipati rispetto alla scadenza naturale del contratto, al fine di evitare il rinnovo tacito dello stesso. Così per esempio un'assicurazione di un anno non potrà prevedere come termine per la comunicazione di disdetta 6 mesi prima della scadenza stessa: sarebbe eccessivo.

Improbabile luogo di risoluzione controversie
Potrà anche essere contestata una clausola che fissi, nei contratti con un consumatore, un foro competente per eventuali controversie in un luogo diverso da quello di residenza o domicilio del consumatore stesso.

Modifiche unilaterali
Tra le più frequenti poi compaiono le clausole che consentono al professionista di modificare unilateralmente le clausole del contratto. Le modifiche possono riguardare sia le caratteristiche del prodotto o del servizio da fornire, senza un giustificato motivo indicato nel contratto stesso, oppure consentire al professionista di aumentare il prezzo del bene o del servizio senza prevedere che il consumatore possa recedere se il prezzo finale e' eccessivamente elevato rispetto a quello originariamente convenuto (sono esclusi i casi di variazioni minimali come le indicizzazioni previste dalla legge, qualora il meccanismo di variazione sia ben descritto).

di FTA online

Per accedere ai servizi effettua il login

Sei un nuovo utente? Registrati

Segui Tiscali Finanza su:

MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Confronta pił assicurazioni e risparmia
Marca auto
Assicurazioni on line by cercassicurazioni.it
MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Richiedi online il tuo mutuo e risparmia
Valore immobile  Euro
mutui prima casa by
MutuiOnline.it
MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Richiedi online il tuo prestito e risparmi
Importo da finanziare   €
prestiti by
PrestitiOnline.it

Cerca le aziende e servizi della tua citta'

Sei a:
Cerca:
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali